16-dicembre“Chiedo scusa se parlo di Giorgio” è l’appassionato tributo acustico, di canzoni e letture di monologhi recitati, con cui il cantautore Luigi Mariano rievocherà all’Antica Stamperia Rubattino di Testaccio, l’immensa figura artistica di GIORGIO GABER, col suo “teatro-canzone”.

Difficile sintetizzare Gaber in un’ora e 30 minuti di spettacolo. Luigi Mariano ci prova, da solo sul palco, tra pianoforte e chitarra, con coraggio e quasi senso del dovere, forte anche della notevole simpatia che fin dal 2008 la stessa “Fondazione Gaber” nutre per lui come cantautore.


Accanto a brani e monologhi molto più conosciuti dell’immenso repertorio gaberiano (da “Lo Shampoo” a “Destra-sinistra”, alle ultime “Io non mi sento italiano” e “Non insegnate ai bambini”), l’intenso tributo musicale di Luigi darà spazio anche a episodi meno noti della sua produzione, utili a capire davvero a 360 gradi la complessità e la grandezza di questo straordinario artista, attualissimo, appartenente a una “razza ormai in estinzione”: quella degli uomini liberi.

ROMA, venerdì 16 dicembre, h 21.15
Antica Stamperia Rubattino
Via Rubattino, 1
Ingresso: €10

Prenotazioni:
sopracegente@gmail.com
06 4549 3537
392 9553432

 

Annunci